CASTELNOVO DI SOTTO: IL SILENZIO VALE PIU’ DI MILLE PAROLE

Quando scelsi di diventare un giornalista (anche se attualmente non lo sono ancora diventato) fui consapevole dei sacrifici, dei problemi e delle responsabilità in cui sarei incappato ma, nonostante tutto, continuai a seguire la mia strada. Adesso, invece, si può ambire a diventare sindaco senza nemmeno preoccuparsi di capire e comprendere il malcontento dei propri cittadini. Dopo lo scorso articolo mi sarei aspettato una risposta da parte dell’amministrazione, anche semplicemente un “sei un coglione” mi sarebbe bastato, ma così non è stato. Ho parlato di Piazza Prampolini, dell’edicola, del nuovo parcheggio, della Tari, ma nulla, sono stato continuativamente ignorato. Ma non hanno ignorato solo me, hanno ignorato le centinaia di persone che hanno le mie stesse idee su queste problematiche. Purtroppo non ci ritengono alla loro altezza o non pensano che un ragazzo di vent’anni (quasi coetaneo del sindaco) possa fare opposizione. Sono persone che credono di avere la verità sul palmo della propria mano, che paragonano i social castelnovesi a un luogo in cui tutti si lamentano. Posso dire che la loro considerazione verso chi ha un pensiero diverso è assolutamente nulla. L’unica volta che ho avuto una discussione con un membro comunale sono stato attaccato a causa della sua poca preparazione sui problemi dell’illuminazione stradale castelnovese, ma questa è un’altra storia.

CARO FRANCESCO ti scrivo, cosi’ (speriamo) ti risvegli un po’

Una credenza comune in tutto il paese è che il nostro sindaco sia solo il burattino di un partito che gestisce Castelnovo di Sotto da decenni, ma sarà vero? Analizziamo questi primi mesi di mandato. In questo periodo sono stati portati avanti i progetti della vecchia amministrazione, sono state tradite alcune promesse elettorali, sono stati ignorati i negozianti che stanno ricevendo un danno per colpa della lentezza dei lavori stradali, tutti errori già ripetuti in passato. Durante la campagna elettorale il sindaco aveva promesso di aprire le porte del comune ai cittadini e di essere un leader tra le persone, promessa che potrebbe essere paragonata a una pubblicità ingannevole. Ma andiamo con ordine.

LA VIABILITà CASTELNOVESE E’ PARALIZZATA

La riqualificazione della piazza, i lavori di fronte agli esercenti e all’oratorio sono problematiche non da poco conto. Il centro è diventato impraticabile per chi ha un’automobile ed è rischioso per i pedoni e i ciclisti. A causa di tutti questi cantieri la visibilità stradale è ridotta e il rischio per chi passeggia lungo le vie del paese aumenta. Inoltre, la mancanza di passaggi pedonali in zone importanti della città sono una falla molto pericolosa, senza tener conto che quelli che ha aggiunto la giunta non sono sicuri e mettono a dura prova i riflessi dei castelnovesi. Però, il sindaco si giustifica dicendo che deve aspettare per creare zone sicure, anche se i suoi collaboratori (diventati ormai dei pezzi da museo a causa del tempo) non lo hanno fatto in precedenza. Inoltre, la rotonda di fronte al cimitero è altamente pericolosa e se non ci si attiva per creare dei rallentatori di velocità per chi arriva da Poviglio e dal centro, si rischia di dover far fronte a numerosi incidenti.

taglia col passato e arriva nel futuro

In conclusione, caro sindaco, taglia col passato, con quell’amministrazione che ha paralizzato la città e abbraccia il futuro. Dedica dieci minuti del tuo tempo per rispondere alle critiche sui social, per capire l’umore della gente e non farti dettare i post o comandare da persone che ti stanno usando solo come parafulmine. Loro continueranno a fare i loro comodi all’interno del comune, ma tu puoi provare a cambiare qualcosa (se ne sei veramente capace), altrimenti diventerai colpevole tanto quanto loro e l’ondata di schifo che sta arrivando travolgerà anche te. Pensaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...