Dopo tante dichiarazioni, dopo tante speculazioni, dopo tanti litigi e dopo lunghissime trattative  finalmente domani ripartirà il calcio italiano. Le prime partite saranno le due semifinali di Coppa Italia: Napoli-Inter (1-0 all’andata) e Juventus-Milan (1-1 all’andata).
Cavalcando questo vento di felicità, oggi parleremo delle probabili formazioni e dello stato di forma di queste quattro squadre.

La Juventus riparte da Ronaldo. Il Milan senza Ibra si affida al totem Rebic

Le due squadre si presentano ai blocchi di ripartenza con situazioni di spogliatoio diametralmente opposte. La Juventus ha ritrovato tutti i suoi effettivi e sta cercando di riprendere la rincorsa al “triplete” da dove aveva lasciato, ovvero sia da quell’Allianz Arena dove aveva battuto l’Inter 2-0 nell’ultima partita prima dello stop causato dal Covid-19. La truppa di Sarri riparte da una certezza, è in corsa per i tre obbiettivi stagionali e solo lei sarà la padrona del proprio destino. L’allenatore toscano sembra intenzionato a schierare il tridente atomico formato da Douglas Costa, Dybala e Cristiano Ronaldo. A centrocampo dovrebbero trovare una maglia da titolare Pjanic, nonostante le insistenti voci di mercato, Bentancur e Khedira. In porta dovrebbe trovare spazio il vecchio leone Gigi Buffon.
In casa Milan pesano le assenze di tre tasselli importanti della rinascita Pioli: Ibrahimovic, Theo Hernandez e Castillejo. Inoltre, i dissidi tra il bomber svedese e la dirigenza rossonera non facilitano la vigilia di una partita decisiva. La chiavi dell’attacco saranno affidate al totem Ante Rebic, con Bonaventura, Paquetà e Calhanoglu a sostegno. In difesa la novità è rappresentata da Calabria sulla fascia sinistra, mentre sull’altro lato agirà Conti.


Probabili formazioni:
Juventus (4-3-3): Buffon, Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro, Khedira, Bentancur, Matuidi, Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo.
Milan (4-2-3-1): Donnarumma, Conti, Kjaer, Romagnoli, Calabria, Kessiè, Bennacer, Bonaventura, Paquetà, Calhanoglu, Rebic.

Conte lancia il tridente con Eriksen. Il Napoli dovrà fare a meno di Manolas

Il Napoli ha un grande obbiettivo: vincere la Coppa Italia e fare l’impresa contro il Barcellona. Il San Paolo sarà vuoto, ma la città farà sicuramente sentire la propria vicinanza alla squadra. Gattuso dovrà fare a meno di Manolas, indisponibile, lanciando nella mischia l’altalenante Maksimovic. A centrocampo Demme ha scalzato Allan nelle gerarchie dell’allenatore calabrese, e andrà a formare lalinea di centrocampo insieme a Zielinski e Fabian Ruiz. In attacco i soliti indecifrabili ballottaggi: Mertens e Callejon dovrebbero essere in vantaggio su Milik e Politano.
La squadra di Conte, invece, proverà a rimontare lo svantaggio dell’andata grazie al tridente formato da Eriksen, Lautaro Martinez (nonostante le voci provenienti da Barcellona) e Lukaku. A centrocampo Sensi rimarrà in panchina in favore di Brozovic e Barella. Sugli esterni scelte quasi obbligate con Candreva e Young. In difesa De Vrij (acciaccato) favorito su Bastoni e Ranocchia.


Probabili formazioni:
Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Demme, Fabian Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne. All. Gattuso
Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio; Candreva, Barella, Brozovic, Young; Eriksen; Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte

 

 

Di Matteo Spaggiari

Sono un giornalista e blogger. Il mio impegno è quello di dare a tutti un informazione "fresca" e senza censure.