Dalla paura al menefreghismo, il passo è molto breve. Abbiamo assaggiato il sapore amaro dell’impotenza di fronte a una pandemia globale. Ci siamo commossi di fronte alle immagini dei camion militari a Bergamo. Abbiamo applaudito medici e infermieri paragonandoli a supereroi. Adesso abbiamo schiacciato il tasto reset e ci siamo dimenticati di tutto questo.

La memoria selettiva italica

A poche settimane dalla fine del lockdown l’Italia si è dimenticata di ciò che è successo in questi mesi ed è tornata alla normalità, nonostante la normalità sia sinonimo di idiozia. Le norme per rallentare la diffusione del virus sono finite nel dimenticatoio e le mascherine hanno lasciato spazio a rossetti e barba. Noi tutti abbiamo deciso, nonostante i dati dicano il contrario, che il Covid-19 non fa più paura e che tutto può tornare a essere uguale a prima. Stiamo sputando sulla memoria delle 34.869 vittime di questa pandemia.

Alla prevenzione di una possibile seconda ondata abbiamo preferito: grigliate, discoteche, pub, calcetti e manifestazioni in piazza. Ne consegue che la vita di un italiano vale circa 11.30€, ovvero sia il prezzo medio di un pasto in Italia. Inconsciamente abbiamo dato un valore monetario alle nostre anime e ciò dovrebbe portare a un dibattito etico senza precedenti (si, come no).

Che fine hanno fatto i sempre amati leader negazionisti? Quelli che volevano che l’Italia ripartisse prima e più in fretta? Sono nelle piazze italiane e stanno fornendo un assist d’autore al Covid-19. Selfie senza mascherine, la continua presenza televisiva senza l’utilizzo dei materiali di prevenzione e il continuo negazionismo riguardante la situazione sanitaria italiana è vomitevole. Pensare a migliaia di persone riunite senza mascherina con il Salvini di turno su un palco a sputare odio al posto di redarguire i cittadini e invitarli al rispetto delle norme vigenti è un insulto alla memoria di migliaia di morti.

Più Peppa Pig, meno Giorgia Meloni

La conclusione la dedico a Giorgia Meloni, alla quale vorrei dire: “Cara Giorgia, se il governo democratico e di patrioti che hai pronosticato agli italiani è costituito da leader che preferiscono fare campagna elettorale piuttosto che salvaguardare la salute dei propri cittadini; preferisco essere governato da Peppa Pig”.