Cara Inter: tregua o pace con Conte?

Il patto della discordia

Nella giornata di  martedì ha avuto luogo il tanto atteso confronto tra Antonio Conte, il presidente dell’Inter e la dirigenza nerazzurra per decidere il futuro del tecnico leccese. Al termine dell’incontro, durato circa tre ore, è stato comunicato che le due parti proseguiranno la loro avventura insieme.
“L’incontro tra il Club e Antonio Conte è stato costruttivo, nel segno della continuità e della condivisione della strategia. Con esso sono state stabilite le basi per proseguire insieme nel progetto”, ha comunicato l’Inter sul proprio sito. Indubbiamente si è trattato di un annuncio piuttosto inaspettato, in quanto le dichiarazioni rilasciate dal tecnico pugliese subito dopo la finale di Europa League contro il Siviglia lasciavano presagire una separazione tra l’allenatore e la Beneamata. Cerchiamo adesso di immaginare gli argomenti di discussione della riunione.

Di cosa avranno parlato Zhang, Conte e Marotta?

Sicuramente uno dei principali nodi da sciogliere era legato al calciomercato, poiché il salentino vuole calciatori con determinate caratteristiche affinché si possano inserire velocemente nei suoi schemi di gioco. Proprio per questo pare che Conte non abbia ancora digerito l’arrivo di Christian Eriksen durante la sessione di mercato invernale. Il calciatore danese, infatti, ha fatto molta fatica a mostrare le sue grandi qualità, non riuscendo a ritagliarsi un posto da titolare. Nelle ultime ore si sta anche diffondendo la clamoroso notizia secondo la quale Eriksen è nella lista dei partenti. Stando a quanto riportato da diverse indiscrezioni, l’Inter potrebbe lasciar partire il giocatore di fronte ad un’offerta sostanziosa. Di certo sarebbe un peccato se il danese lasciasse Milano, ma il tecnico interista in questo momento sembra avere altre priorità.
Non è un caso che i nerazzurri abbiano messo nuovamente gli occhi su Arturo Vidal, che malgrado la sua età potrebbe essere l’uomo giusto per rinforzare il centrocampo. Un altro argomento toccato nel corso del confronto è stato quello concernente la ‘protezione’ da parte dei dirigenti. Con questo termine Conte quasi certamente intende dire che vuole essere più coccolato dalla società. Inizialmente si pensava che potesse essere qualche dirigenze, invece sia Beppe Marotta che Piero Ausilio sono stati riconfermati nei rispettivi ruoli. Potremmo dire che la persona uscita vincitrice da questo incontro è il presidente, Steven Zhang, che ha fatto di tutto per fare in modo che Antonio Conte potesse rimanere.

Cosa succederà in questi mesi?

Nei prossimi mesi, anche in base alle dichiarazioni del leccese, capiremo se è solamente una tregua o le parti in qualche modo sono riuscite a ricucire i rapporti. Infine, non possiamo non citare Lionel Messi, giacché il sei volte Pallone d’oro ha clamorosamente deciso che il suo futuro sarà lontano dalla Catalogna. L’Inter dovrebbe essere in corsa per aggiudicarsi le sue prestazioni, ma il Manchester City di Guardiola sembra in vantaggio. Naturalmente si tratta di un’operazione talmente difficile e complessa, quindi al momento non è affatto semplice capire quale sarà effettivamente la prossima destinazione di Leo. Però, il sogno continua….