Manca sempre meno alla chiusura del calciomercato, di conseguenza le società devono darsi da fare per chiudere alcune trattative già impostate. Nel seguente articolo vedremo insieme alcune delle trattative più interessanti della settimana.

FINALMENTE VIDAL, ORA BISOGNA VENDERE

Nella giornata di martedì Arturo Vidal è stato finalmente ufficializzato come nuovo giocatore dell’Inter. Il centrocampista cileno ha firmato un contratto che lo legherà ai nerazzurri per i prossimi due anni e percepirà uno stipendio di 6 milioni a stagione. Antonio Conte sarà sicuramente molto soddisfatto, visto che Vidal è un giocatore che il tecnico salentino voleva fortemente già l’anno scorso. Adesso, però, la parola d’ordine in casa Inter è vendere. La società meneghina, infatti, spera ancora di riuscire ad aggiudicarsi le prestazioni di Kantè, ma per tentare l’assalto al francese serve almeno una cessione importante. In questo momento pare che gli indiziati principali a lasciare la Beneamata siano Skriniar e Brozovic, che hanno estimatori all’estero. L’Inter non intende cedere il difensore slovacco per una cifra inferiore ai 50 milioni mentre per il croato dovrebbe servire un’offerta non inferiore a 40 milioni. Se si riuscissero a completare queste due cessioni, il sogno Kantè potrebbe diventare realtà. Intanto domani Marotta e Conte terranno una conferenza stampa durante la quale presenteranno la nuova stagione. Aspettando Kantè.

MORATA È TORNATO A CASA

La Juventus ha reso ufficiale il ritorno di Alvaro Morata. I bianconeri si sono visti costretti a puntare sull’attaccante spagnolo, in quanto Dzeko con tutta probabilità resterà a Roma. Il calciatore di proprietà dell’Atletico Madrid è arrivato con la formula del prestito per circa 10 milioni con diritto di riscatto fissato a 45. La Juventus, tuttavia, potrebbe decidere di rinnovare il prestito per un’altra stagione. Se decidessero di farlo, dovrebbero pagare altri 10 milioni di prestito e 35 per il riscatto. Morata si è detto molto contento di tornare a vestire la maglia bianconera, infatti ha anche rinunciato ad una parte del suo stipendio. “Tornare alla Juventus è bellissimo, sono sempre stato legato a questo club e sono felicissimo”, ha detto il calciatore.

IL NAPOLI VUOLE VECINO

Stando a quanto riportato da diverse fonti attendibili, il Napoli ha messo nel mirino Matias Vecino per rinforzare il centrocampo. L’Inter, che già da tempo ha messo sul mercato il giocatore, è fiduciosa di raggiungere un accordo con i partenopei. Vecino al momento è infortunato, ma sembra che il Napoli sia disposto ad aspettarlo. I campani sperano di ottenere le sue prestazioni con la formula del prestito di riscatto. Le due parti devono ancora trovare un’intesa, poiché i nerazzurri per il riscatto chiedono almeno 18 milioni mentre la società di De Laurentis ne offre 12. Attendiamo di capire come si evolverà la situazione, ma intanto sembra che Vecino sarebbe molto contento di trasferirsi al Napoli.

LA ROMA PENSA AL RITORNO DI RUDIGER

Nel corso di questi giorni la Roma sta continuando ad insistere per Smalling, tuttavia il Manchester United non vuole assolutamente fare sconti. I giallorossi, quindi, gradirebbero il ritorno di Rudiger come alternativa al difensore inglese. Il calciatore del Chelsea non è considerato fondamentale per il nuovo progetto tecnico, di conseguenza raggiungere un accordo con la squadra di Abrhamovic non dovrebbe essere difficile. L’unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dall’ingaggio del giocatore, anche se non è escluso che la Roma punti a prendere il calciatore in prestito.

SUAREZ ALL’ATLETICO MADRID

La trattativa tra Suarez e L’Atletico Madrid è da considerarsi chiusa. L’attaccante uruguaiano nella giornata di ieri ha salutato quelli che ormai sono i suoi ex compagni del Barcellona. Suarez ha giocato sei stagioni al Barcellona, vincendo molto e diventando un giocatore sempre più forte. Adesso si legherà all’Atletico Madrid dove, secondo alcune fonti, dovrebbe firmare un contratto biennale da 7.5 milioni a stagione. Intanto continuano le indagini sull’esame di italiano che Suarez ha sostenuto il 17 settembre.

Appuntamento tra sette giorni con i messaggi di Teti, perché È SEMPRE CALCIOMERCATO!