Ieri, 5 ottobre 2020, il MoVimento 5 stelle ha compiuto 11 anni di vita. Indubbiamente, anni in cui molte delle loro idee sono arrivate in modo diretto ai cittadini, i quali, al momento giusto, li ha premiati. In questo periodo, però, i pentastellati non sono in gran forma: è innegabile il fatto che la compattezza di cui fino a poco tempo fa andavano fieri, ha subito un grande smacco. I festeggiamenti non hanno rappresentato il classico momento per riunire le forze del partito, ma è occasione per evidenziare i pareri contrastanti.

Il messaggio di Davide Casaleggio

La mattinata di ieri si è difatti aperta con il messaggio del presidente dell’associazione Rousseau, Davide Casaleggio, che ha approfittato della circostanza per lodare quanto di buono fatto sinora, ma anche per bacchettare tutti coloro, secondo il suo parere, hanno detto falsità sul suo conto e su quello del defunto padre. Nota immediatamente ripresa pochi minuti dopo dal consiglio di garanzia del Movimento stesso, il quale ha retarbuito Casaleggio per avere utilizzato la piattaforma ufficiale non per comunicazioni inerenti alla vita politica dei grillini, ma per manifestare il proprio disappunto verso alcune situazioni.

La spallata di Russeau al povero Casaleggio junior

È ovvio che Casaleggio non abbia digerito ancora il duro colpo ricevuto dall’associazione a cui è a capo: molte sono state le attività cancellate, come le “Olimpiadi delle idee”, a causa di problemi economici, dovuti a loro volta al mancato versamento della quota da parte di alcuni parlamentari pentastellati. Di Battista e Casaleggio dunque sembrano pian piano avvicinarsi alla porta d’uscita, giacché i garanti del M5S si sono dichiarati spesso contro i loro comportamenti. Entrambi, come da loro stessi dichiarato, hanno rifiutato il Ministero che gli è stato offerto nell’ultima legislatura: questo potrebbe essere stata la prima di tante discordanze. Il Governo ormai sta divenendo sempre più sinonimo di disunità, dove Conte, l’unico collante, non si sa quanto possa resistere ancora.

Di Matteo Spaggiari

Sono un giornalista e blogger. Il mio impegno è quello di dare a tutti un informazione "fresca" e senza censure.