Gio. Apr 15th, 2021

In Italia amiamo farci la guerra, stereotipare le persone, parlare attraverso luoghi comuni oppure scherzare senza pensare (o pensando troppo) alle conseguenze. Io stesso mi sono sempre divertito a prendere per il culo la politica e la vomitevole società  italiana. Insomma, è sempre stato semplice bullizzare (altra parola da evitare per non urtare la sensibilità  della bellissima opinione pubblica) un malato rincoglionito (vabbè, non metto più parentesi per farvi capire che oggi con il politicamente corretto ci ho preparato le supposte) che rispondeva sempre con insulti o odi. Si, perché per ogni “Sei un grande, ci vorrebbero più giovani come te” arriva sempre un “Sei un coglione di merda, che generazione del cazzo la vostra”, ma sapete, con le opinioni altrui, solitamente, ci faccio il bidè.

La nostra amatissima Italia è bella solamente a testa in giù, perché è l’unica posizione in cui tutti sono felici. I fascisti possono dire che “Se ci fosse stato il Duce il Covid sarebbe già  stato battuto”, nonostante (fasci, cercate sul vocabolario le parole che non capite, non è difficile) il fascismo abbia fatto molti più morti, non abbia creato nulla di ciò che loro millantano e che se tornasse il vostro Zio (quanti cazzo di figli aveva Mussolini? Sembrano i nipoti di J-Ax) dovreste impugnare un fucile e non una tastiera.

Sarebbero felici i vecchi comunisti perché avrebbero finalmente vinto e sarebbero pronti a farsi tradire per l’ennesima volta dalla loro classe dirigente. Togliendo Cuba (piccola oasi a tratti felice), le varie URSS, Jugoslavia o Cina, non si sono mai distinte per l’amore verso il proprio popolo e la voglia di abbracciare il futuro.

Sarebbero felici i radical chic perché potrebbero fare un po’ i comunisti, un po’ i democratici, un po’ i cristiani e un po’ i liberali. Anche se, l’unica cosa che dovrebbero fare è andarsene a fare in culo. Sono solamente omuncoli che venderebbero la madre per potersi inserire dalla parte vincitrice della storia contemporanea. Inoltre, smettetela di vestirvi come dei coglioni.

Sarebbero felici le femministe, perché con il ribaltamento dei ruoli avrebbero il potere. Sarebbero finalmente libere di governare e sodomizzare noi uomini cattivi, tranne durante il sesso (ma quello è un altro discorso). Questa è la parte più bella perché vorrei vedere l’indignazione negli occhi delle fondatrici di Freeda. La parità  dei sessi è giusta, ma deve essere equa, non potete chiedere il potere solo alle donne, altrimenti siete delle ipocrite stronzette.

Sarebbero tutti più felici, perché in un’Italia capovolta ognuno avrebbe nuovi cattivi da combattere, perché quelli attuali non bastano più. Siamo arrivati alla saturazione eccessiva del bavaglio sociale. Forse è colpa dei social (Bill, sappiamo che sei un massone, non ti nascondere dietro a un computer) o forse è la società  che va verso un burrone bellissimo.

In conclusione, questo articolo non ha una costruzione, non ha un fine divulgativo e non serve a un cazzo di niente. Però è il mio blog e oggi avevo voglia di riempirlo di odio.

Ci si risente tra qualche settimana.