Gio. Apr 15th, 2021

Da ieri oltre metà  Italia è in zona rossa anti-Covid. Calabria, Toscana e Val d’Aosta si aggiungono alle altre 9 Regioni già  in “lockdown” (sempre che di lockdown si possa parlare). Attesa a metà  aprile una verifica sulle misure restrittive con la speranza di poter tornare lentamente alla normalità . Gli enti locali stanno incontrando il governo Draghi per migliorare il piano vaccinale e renderlo più veloce ed efficiente. Figliuolo conferma l’arrivo di 3 milioni di dosi di vaccino, ma la problematica sulla reperibilità  dei sieri rimane grave (il problema, ovviamente, era Arcuri). Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta: “Riaprire solo le scuole finché la situazione non migliora”. Dopo settimane di decessi, nessun morto per il Covid in Umbria nell’ultimo giorno.

Mentre L’Italia è in guerra, Londra registra zero decessi

Londra registra zero morti per Covid-19 per la prima volta in sei mesi. Lo scrive la Bbc riportando i dati diffusi dalla Public Health England (PHE). Al culmine della crisi sanitaria, nell’aprile 2020,  c’erano circa 230 decessi al giorno legati al virus. La città  rappresenta il 12% di tutte le vittime per coronavirus nel Regno Unito. Tutto merito del vaccino: sono 30milioni i britannici “immunizzati” finora. Perché, se è pur vero che il presidente Johnson non sia stato un luminare nella lotta al Covid, attualmente il Regno Unito è una delle nazioni che ha elaborato il piano vaccinale migliore. Oggi i dati dimostrano come non si siano registrati decessi di pazienti londinesi entro 28 giorni da test positivo per coronavirus: un traguardo quasi inimmaginabile se si pensa che la città  è stata l’epicentro della prima ondata di pandemia lo scorso anno.

Potrebbe interessarti anche: Le dosi nascoste di Anagni

Fonte: FanPage

Potrebbe interessarti anche: AstraZeneca è sicuro! I giornali no!

Intanto il tasso di contagio in tutto il Regno Unito cala ancora

I casi sono scesi di un terzo a 3.862 e anche i decessi ulteriormente diminuiti proprio mentre il paese si appresta a compiere i primi significativi passi in direzione di un allentamento delle restrizioni anti-Covid. Sarà  consentito incontrarsi all’aperto in gruppi di sei persone, anche all’interno di giardini privati, mentre potranno riprendere le attività  sportive all’aperto.

Potrebbe interessarti anche: L’Italia dello sciopero

Fonte: NBC News

Potrebbe interessarti anche: Obbligo o non obbligo

Sono gli effetti di una massiccia copertura del vaccino

Precisamente sono 30,151 milioni le persone che hanno ricevuto la loro prima dose tra l²8 dicembre e il 27 marzo, circa il 57 per cento di tutti gli adulti. Altre 3 milioni e mezzo di persone hanno avuto una seconda dose, il che vuol dire che in tre mesi sono state somministrate 33,678 milioni di dosi in tutto. Intanto il Paese attende l’imminente arrivo di oltre 500 mila dosi del nuovo vaccino statunitense, quello Moderna: si aggiungerà  alle milioni di dosi di Pfizer e Oxford-AstraZeneca, già  disponibili nel Regno Unito, e aprirà  la strada all’immunizzazione di coloro che hanno meno di 50 anni.