Mar. Mag 11th, 2021

Partirà all’Ospedale Spallanzani di Roma una sperimentazione sulla seconda dose di vaccino anti-Covid utilizzando altri vaccini, tra cui lo Sputnik, dopo avere effettuato la prima con AstraZeneca. Saranno 600 i volontari che dopo la prima dose con AstraZeneca avranno la seconda con Pfizer, Moderna e i due diversi adenovirus di Sputnik. Per l’avvio della sperimentazione, è stato spiegato, si attende l’ok di Aifa. E’ quello che si apprende dalle notizie di TgCom24.

Spallanzani, al via test con altri vaccini dopo la prima dose con AstraZeneca

Partirà all’Ospedale Spallanzani di Roma una sperimentazione sulla seconda dose di vaccino anti-Covid, dopo la prima con AstraZeneca, utilizzando altri vaccini tra cui lo Sputnik. Ad annunciarlo il direttore sanitario Francesco Vaia e l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. Saranno 600 i volontari che dopo la prima dose con AstraZeneca avranno la seconda con Pfizer, Moderna e i due diversi adenovirus di Sputnik. Per l’avvio della sperimentazione, è stato spiegato, si attende l’ok di Aifa.

Potrebbe interessarti anche  IL SEQUEL DI HOW I MET YOUR MOTHER CON HILARY DUFF

Covid, due studi: la variante inglese non aumenta la mortalità

La variante inglese del Covid-19 non causa forme più gravi della malattia, mentre aumenta la contagiosità del virus. A smentire dunque la sua maggiore mortalità , come sostenuto da tre precedenti ricerche, sono due diversi studi, uno pubblicato sulla rivista Lancet Infectious Disease dal Centro di malattie infettive di Singapore e l’altro su Lancet Public Health dal King’s College di Londra. Entrambe le ricerche non hanno trovato prove che le persone contagiate dalla variante B117 avessero avuto sintomi più gravi o un maggior rischio di sviluppare il long Covid rispetto ai contagiati dalle altre varianti.

Potrebbe interessarti anche  ASTRAZENECA TAGLIA LE FORNITURE