Mar. Mag 11th, 2021

Il Gran Premio di Imola, o per meglio dire del made in Italy e dell’Emilia Romagna, è stato vinto in maniera autorevole da un super Max Verstappen. Dietro l’olandese volante hanno chiuso un bravo e fortunato Lewis Hamilton e Lando Norris, che sul circuito italiano ha letteralmente fatto volare la sua McLaren spinta dal motore Mercedes. Anche le due Ferrari si sono rese protagoniste di una gara più che decente, chiudendo al quarto e quinto posto con Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Verstappen infuocato, Hamilton limita i danni

Max Verstappen è stato autore di una gara pressoché perfetta. Dopo una qualifica piuttosto deludente, il driver della Red Bull si è preso tutto quello che gli apparteneva. Il pilota nato a Hasselt ha fatto una partenza semplicemente straordinaria e con grande cattiveria agonistica è riuscito a sopravanzare il suo team mate Perez e il rivale per il titolo Lewis Hamilton. Max ha poi condotto la gara come solo i campioni sanno fare, non commettendo alcun errore e gestendo alla perfezione il suo ritmo. Lewis Hamilton, invece, si è portato a casa un secondo posto che ha il sapore di una vittoria. Il sette volte campione del mondo, infatti, ha fatto un errore banale e nel corso del trentunesimo giro si è ritrovato nella ghiaia. Tuttavia, Lewis è stato in grado di ripartire e grazie alla bandiera rossa causata dall’incidente tra Bottas e Russsel è potuto rientrare a tutti gli effetti in gara. Lui ci mette sempre del suo, ma questa volta la dea bendata ci ha visto proprio bene. Insomma, la lotta per il titolo di campione del mondo si preannuncia sempre più intensa e spettacolare.

Potrebbe interessarti anche  LE PAGELLE DEL BAHRAIN

Super Norris, bene anche la Rossa

Sul gradino più basso del podio si è piazzato uno splendido Lando Norris. Il giovanotto britannico è stato autore probabilmente del suo migliore fine settimana da quando corre in Formula 1. Sempre davanti a Ricciardo, ha dimostrato di avere un piede molto pesante. Per quel che riguarda la Ferrari, gli uomini di Maranello hanno vissuto un fine settimana abbastanza soddisfacente. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno terminato la loro corsa nelle posizioni a ridosso e hanno dato prova di avere tra le mani una monoposto competitiva. Aver perso il podio è sicuramente un gran peccato, per questo in casa Ferrari dopo la gara non erano troppo entusiasti. Della Rossa ne parleremo poi più approfonditamente nella rubrica che uscirà mercoledì.

Potrebbe interessarti anche  L'ASTINENZA E' FINITA

Diversi piloti delusi e deludenti

Più di un pilota lasciando il circuito di Imola avrà avuto l’amaro in bocca. Uno di quelli che fatto peggio è indubbiamente il buon Valtteri Bottas, che è stato costretto al ritiro dopo un pericoloso contatto con Russel. Il pilota finlandese è sempre stato distante dalle prestazioni di Hamilton e ha fatto non poca fatica a tenere il ritmo dei primi dieci. La sensazione è che Bottas stia soffrendo un po’ troppo la pressione, conscio anche del fatto che l’anno prossimo ci sono praticamente zero possibilità di vederlo al volante della Mercedes. Era lecito aspettarsi molto di più pure da Sebastian Vettel, che ancora non ha preso le misure della sua Aston Martin. Il tedesco deve decisamente darsi una svegliata, altrimenti la sua carriera in Formula 1 potrebbe finire presto. Nonostante sia arrivato in zona punti grazie alla penalità inflitta a Raikkonen, Alonso è stato protagonista di un week-end non proprio felicissimo. In condizioni così incerte poteva fare meglio. L’Alfa Romeo, dopo una qualifica sottotono, era riuscita a entrare in zona punti con Raikkonen. Purtroppo Kimi ha subito una penalità per aver commesso un’infrazione sotto regime di Safety Car. Infine, un altro pilota deluso è sicuramente Giovinazzi, che ha avuto la ghiotta opportunità di entrare in zona punti. L’italiano, però, ha dovuto fare un pit-stop in più a causa di un detrito che era finito nell’impianto frenante della sua vettura. Giovi ha terminato il Gran Premio al quattordicesimo posto.

Potrebbe interessarti anche  LE PAGELLE DI PORTIMAO

La Formula 1 tornerà tra due settimane sul circuito di Portimao in Portogallo.