Mar. Mag 11th, 2021

Il Gran Premio di Imola è stato indubbiamente molto positivo per la Ferrari. Le monoposto di Maranello, infatti, sono arrivate nelle posizioni a ridosso del podio e per tutto l’arco del week-end hanno dimostrato essere piuttosto competitivi. Ora bisogna cercare di continuare su questa strada anche nelle prossime tappe del mondiale.

Il podio era alla portata

Il quarto posto di Leclerc e il quinto di Sainz rappresentano un buon risultato per questa Ferrari, ma al termine della corsa i due alfieri in rosso sembravano non completamente soddisfatti perché erano consci del fatto che potevano portare almeno una delle due macchine sul podio. Per buona parte della gara, Carletto Leclerc si era trovato in terza posizione e il podio pareva essere già conquistato. Purtroppo il pilota monegasco ha avuto un problema alla radio alla ripartenza dopo la bandiera rossa, quindi ha perso la posizioni ai danni di Lando Norris e poi non ha avuto il ritmo per restituire il sorpasso. Un vero peccato perché, in un Gran Premio così pazzo, era un’occasione da non sprecare. Tuttavia, possiamo reputarci soddisfatti di quello che Leclerc ha fatto vedere nel corso del fine settimana imolese. Ormai Charles è una vera e propria certezza.

Potrebbe interessarti anche  BAHRAIN 2021: LEWIS BATTE MAX

Sainz in crescita

Carlos Sainz è stato protagonista di una gara molto positiva. Il pilota spagnolo ha avuto un ottimo passo specialmente nell’ultima parte della gara e forse era addirittura più veloce del suo compagno di squadra. Carlitos, però, ha commesso un paio di errori banali nei primi giri, andando fuori pista. In quei frangenti, stava spingendo molto e voleva a tutti i costi rimontare dopo una qualifica un po’ in ombra. Scattare dall’undicesima casella, infatti, ha reso la sua corsa molto più impegnativa e complicata, soprattutto all’inizio. Nel complesso il figlio d’arte può essere soddisfatto di come è andato Il Gran Premio, in particolar modo perché non è stato affatto lontano dalle prestazione di Leclerc. La Ferrari può contare su un pilota solido, veloce e affidabile.

Potrebbe interessarti anche  LE PAGELLE DI PORTIMAO

Una competitività ritrovata

Finalmente abbiamo rivisto una Ferrari in grado di lottare per le posizioni di vertice. Anche Mattia Binotto ha confermato che la direzione che la squadra ha preso è quella giusta. Ancora la Red Bull e la Mercedes sono troppo distanti, ma rispetto all’anno scorso è stato fatto un importante salto di qualità. La scuderia italiana è senza ombra di dubbio quella ad aver fatto un progresso maggiore e ora si ritrova in piena lotta per il terzo posto. Sappiamo bene che una squadra come questa dovrebbe essere sempre in lotta per il titolo, ma per ora possiamo accontentarci di questi risultati. Insomma, la direzione per tornare alla vittoria è giusta.

Potrebbe interessarti anche  HAMILTON DOMINA IN SPAGNA