Dom. Giu 13th, 2021

E come l’anno scorso. Il film è sempre lo stesso: c’è Massimiliano Allegri in cima ai pensieri dell’Inter. Non può non esserci lui, non c’è altra via d’uscita possibile che tentare l’assalto a Max“. Apre così l’articolo de La Gazzetta dello Sport in merito al tentativo nerazzurro per convincere Max Allegri a prendere il posto di Antonio Conte. La Juventus è in vantaggio ma Marotta spera nel sorpasso. “Come? Con un’offerta a due cifre, che mal si sposa con la politica di contenimento dei costi del club, molto di più con l’esigenza di affidare la panchina a un nome di prima fascia“.

Potrebbe interessarti anche  JOAO MARIO-SPORTING, ACCORDO A UN PASSO

L’addio di Conte

Ieri è arrivata l’ufficialità che ha sancito l’addio con Antonio Conte. Il divorzio si è consumato dopo aver raggiunto l’intesa su una buonuscita da 6,5 mln di euro più bonus in favore di Conte che, in cambio, non potrà allenare una squadra italiana per la prossima stagione. Da valutare anche la posizione di Lele Oriali ma di tutto ciò si parlerà oggi nel CdA dell’Inter.

Potrebbe interessarti anche  FIORENTINA, ARRIVERANNO RINFORZI IN TUTTI I REPARTI

L’assalto ad Allegri

Ora, però, resta da scegliere il nome del sostituto di Conte e l’obiettivo numero 1 è Allegri. “Con il tecnico livornese ci sono stati approcci nei giorni scorsi e anche nelle ultime ore. E per oggi è atteso un affondo, per provare a beffare la Juventus. Ad Allegri Marotta è pronto a promettere un contratto triennale a doppia cifra, 10 milioni netti a stagione. È un’offerta al rialzo, che dà la dimensione di quanto la società nerazzurra abbia ora la necessità di ripartire a velocità sostenuta. Conti alla mano, se andasse in porto il sorpasso su Max, Zhang per la prossima stagione dovrebbe di fatto investire sulla guida tecnica più soldi che se fosse andata fino in fondo con Conte“, spiega La Gazzetta dello Sport. Da sottolineare anche il feeling Marotta-Allegri maturato e consolidato nel passato bianconero insieme. Lo stesso allenatore, tra l’altro, può essere stuzzicato dall’avere la possibilità di vincere uno scudetto con Juve, Milan e Inter. “È un all-in rischioso, ma a questo punto per certi versi obbligatorio“, la chiosa del quotidiano.

Potrebbe interessarti anche  JUVENTUS, DONNARUMMA VICINO ALLA FIRMA

Fonte: fcinter1908.it