Dom. Giu 13th, 2021

È Achraf Hakimi il nome individuato dalla dirigenza dell’Inter per fare cassa e rispettare le richieste della proprietà, che punta a far registrare un importante attivo a bilancio e a tagliare il monte ingaggi. L’esterno marocchino piace a diversi top club europei, Paris Saint-Germain in testa, e il club nerazzurro non esclude una sua cessione entro il 30 giugno. A patto, però, di poter incassare una cifra considerevole.

L’Inter fissa il prezzo

Secondo quanto riferisce Sky Sport, la possibilità che Hakimi possa lasciare l’Inter entro il 30 giugno esiste, ma non alle cifre circolate negli ultimi giorni: la dirigenza nerazzurra ha fissato il prezzo dell’esterno marocchino ad almeno 80 milioni di euro. Il PSG, se supererà la concorrenza di Bayern Monaco e Chelsea, dovrà arrivare a quella cifra, magari con bonus. L’Inter ha pagato Hakimi 40 milioni di euro, e punta ad incassare almeno il doppio di quanto speso.

Potrebbe interessarti anche  JUVENTUS, SCAMBIO CALDIO CON IL BARCELLONA

Scelto il sostituto

L’Inter si sta già preparando: uno dei primissimi nomi nella lista dell’eventuale sostituto di Hakimi, forse il primo, è quello di Emerson Royal. 22 anni, nazionale brasiliano, in questa stagione ha giocato nel Betis Siviglia ma tornerà al Barcellona per fine prestito. Giocatore di spinta, forte fisicamente, veloce e con costi molto più accessibili, tra i 20 e i 25 milioni di euro, oltre ad avere un ingaggio molto inferiore a quello di Hakimi. Se il marocchino verrà ceduto per 80 milioni e il brasiliano arriverà per 20-25 ci sarà già una prima parte di risparmio su cartellino e ingaggio che è un obiettivo dato dalla proprietà alla dirigenza interista.

Potrebbe interessarti anche  LAZIO, IN ARRIVO I PRIMI RINFORZI

Fonte: fcinter1908.it