Dom. Giu 13th, 2021

Nell’ombra Sarri s’avvicina a piccoli passi alla Lazio, c’è cauto ottimismo nel fumo. Depistaggi, rumors, ma alla fine c’è il fatidico incontro. Dopo oltre cinque ore a Formello, Lotito ha dubbi sul progetto prima ancora di passare oggi al lato economico. Ma ora – scrive Il Messaggero – è pressato da un popolo intero, migliaia di sigarette accese in veglia in attesa dell’annuncio. Qui si fa Sarri o si rischia di finire con la bombola d’ossigeno. L’attesa ieri era snervante già dalle prime ore del mattino, la pressione sta schiacciando Lotito. Che non si sarebbe mai mosso per andare da Sarri al colloquio, per una questione di principio.

Potrebbe interessarti anche  CALCIOMERCATO: LE TRATTATIVE ENTRANO NEL CALDO

Il presidente ascolta il nuovo tecnico, è Maurizio a raggiungerlo nella capitale anche per vedere finalmente Formello. Lotito la mattina fa fisioterapia nel centro sportivo e poi si chiude lì in silenzio. Qualcuno pensa sia uscito di nascosto a pranzo da un portone secondario: in città nel pomeriggio si diffondono subito voci di un incontro in corso in un luogo segreto, ma il realtà il patròn resta nel suo studio tutto il giorno senza affacciarsi un attimo. Lo molla il segretario Calveri (ore 19.30) dopo Tare (ore 18), che sorride ai cronisti assiepati di fronte al cancello.

Potrebbe interessarti anche  IL COVID COLPISCE LA SERIE A

E’ il diesse a raccogliere poi Sarri (accompagnato in macchina dal fido avvocato Pellegrini), e a rimaterializzarsi insieme a lui alle 20 per l’incontro con Lotito. Fino a mezzanotte, si è parlato solo dell’aspetto tecnico. Maurizio vuole giocatori con precise caratteristiche e sacrificare alcuni big (Lazzari, Correa) non funzionali al suo credo. Lotito storce il naso: «La trattativa resta aperta, vediamo che succederà – risponde al Messaggero nella notte – ma al momento non c’è l’accordo». Ma almeno oggi Sarri verrà raggiunto a un nuovo colloquio dall’agente Ramadani per riparlare e affrontare anche il discorso ingaggio. E’ un segnale positivo, Maurizio si è dato sabato come ultimo giorno per chiudere o si tirerà indietro.

Potrebbe interessarti anche  NAPOLI, CONTINUI CONTATTI CON SPALLETTI

Fonte: cittaceleste.it